Regione Veneto

Carta acquisti

Ultima modifica 21 febbraio 2019

La "Carta acquisti" è concessa a soggetti che versano in condizione di maggior disagio economico ed è finalizzata all'acquisto di beni e servizi. Attualmente coesistono due progetti di carta acquisti:

  • Carta acquisti ordinaria, in vigore da ottobre 2008. È rivolta a cittadini italiani di età pari o superiore a 65 anni o minori di 3 anni

Che cos'è
La Carta Acquisti è una carta di debito sulla quale vengono accreditate bimestralmente delle somme di denaro che possono essere utilizzate:

  • per la spesa alimentare negli esercizi convenzionati;
  • per il pagamento di utenze domestiche (gas ed elettricità) presso gli uffici postali.

La carta non è abilitata al prelievo di contanti.
I titolari di Carta Acquisti possono avere uno sconto del 5% nei negozi e nelle farmacie che aderiscono all'iniziativa.
Lo sconto è riconosciuto solo per acquisti effettuati esclusivamente mediante la Carta Acquisti e non è applicabile all'acquisto di specialità medicinali o per il pagamento di ticket sanitari.
Le farmacie, se attrezzate in tal senso, assicurano ai beneficiari della Carta Acquisti che effettuano un acquisto di qualsiasi importo mediante la Carta medesima, la misurazione gratuita della pressione arteriosa e/o del peso corporeo.
I negozi che aderiscono all'iniziativa espongono la seguente vetrofania:

Lo sconto è cumulabile con altre iniziative promozionali o sconti applicati in favore della generalità della clientela, nonché con quelle del medesimo genere garantite ai titolari di carte fedeltà rilasciate dai negozi stessi (es. dai supermercati).
I progetti Carta Acquisti prevedono la possibilità che gli Enti territoriali possano deliberare, in favore dei propri residenti, l'accredito sulla carta di ulteriori somme e, inoltre, dà la possibilità ad alcune aziende di prevedere sconti particolari sulla fornitura di beni di pubblica utilità.
È inoltre prevista la possibilità che soggetti privati possano effettuare versamenti a titolo spontaneo e solidale sul Fondo.

Smarrimento o sottrazione della carta
Qualora si verificasse lo smarrimento, disattivazione, danneggiamento o la sottrazione della carta:

  • il titolare potrà chiedere il blocco immediato della stessa telefonando, 24 ore su 24, al numero verde 800 90 21 22. Nel corso della telefonata dovrà fornire il proprio nome, cognome, luogo, data di nascita e il giorno in cui si è verificato l'evento. ­L'operatore comunicherà il numero di blocco nel corso della telefonata;
  • il titolare dovrà confermare l'avvenuta richiesta di blocco a un Ufficio Postale.

In caso di smarrimento o sottrazione della carta, il titolare dovrà presentare apposita denuncia alle competenti autorità (autorità giudiziaria o di pubblica sicurezza); copia della denuncia dovrà poi essere presentata all'Ente Poste per ottenere il duplicato della carta. Anche in caso di smagnetizzazione o danneggiamento della carta, occorrerà rivolgersi all'Ente Poste in quanto erogatore del beneficio.

Dove fare la domanda

La domanda deve essere presentata all'Ufficio postale su apposito modulo reperibile sul sito del Ministero.