Acque del Chiampo, nuove regole per il riconoscimento del bonus sociale idrico a famiglie in difficoltà

Pubblicato il 10 gennaio 2021 • Servizi

Novità in per gli utenti di Acque del Chiampo: sono cambiate dal 1° gennaio 2021 le regole per il riconoscimento del bonus sociale idrico in favore delle famiglie in difficoltà. A partire dal nuovo anno, infatti, i bonus sociali per il disagio economico, fra cui il BONUS IDRICO, saranno riconosciuti automaticamente ai cittadini e nuclei familiari che ne hanno diritto, senza che questi debbano presentare domanda. 

Sarà sufficiente che ogni anno, a partire dal 2021, il cittadino/nucleo familiare presenti la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per ottenere l'attestazione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) utile per le differenti prestazioni sociali agevolate (es.: BONIS IDRICO, assegno di maternità, mensa scolastica, bonus bebè ecc.). La DSU può essere presentata all’ente che eroga la prestazione sociale agevolata, al Comune, a un Centro di Assistenza Fiscale, oppure online all’INPS attraverso il servizio dedicato.

Le condizioni necessarie per avere diritto ai bonus per disagio economico non cambiano:

  • appartenere ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro, oppure
  • appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro, oppure
  • appartenere ad un nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

Per chi ne avrà diritto, lo “sconto” verrà erogato direttamente in bolletta, mentre per le famiglie che vivono in un condominio e non hanno un contratto proprio di fornitura idrica, riceverà il bonus sociale in un’unica soluzione. In questo caso, è necessario comunicare ad Acque del Chiampo il conto corrente bancario o postale per l'accredito diretto.

Maggiori informazioni sul sito: 

https://www.arera.it/it/consumatori/bonus2021.htm