Centenario del Museo Zannato, al via la settimana longobarda

Pubblicato il 19 settembre 2022 • Comunicati Stampa , Cultura

Il legame con i Longobardi, dalle prime scoperte ad opera del fondatore Giuseppe Zannato ai recentissimi scavi della Soprintendenza a Monticello di Fara, sarà il filo conduttore della settimana che aprirà ufficialmente i festeggiamenti per il centenario del Museo G. Zannato di Montecchio Maggiore, inaugurato il 22 settembre del 1922.

Giovedì 22 settembre dalle 20.45, idromele e infuso ai frutti di bosco per brindare all’importante anniversario insieme al sindaco, Gianfranco Trapula e alla giunta comunale. Il Museo Zannato sarà aperto in via straordinaria con ingresso gratuito, un’occasione per scoprire l’esposizione in corso “Il Cavaliere longobardo di Monticello di Fara” anche attraverso un’originale caccia al tesoro. Ai partecipanti sarà simbolicamente distribuito in omaggio un kit per piantare un albero. La partecipazione è libera e la cittadinanza è invitata.

Sabato 24 settembre: escursione guidata nel territorio di Monticello di Fara sulle tracce del “cavaliere longobardo” con l’archeologa Elisabetta Cocco. Proposta che rientra nel calendario degli Incontri tra Natura e Storia 2022. Prenotazione obbligatoria su www.biosphaera.it

Domenica 25 settembre dalle 10 alle 17 ci sarà una rievocazione storica con le associazioni culturali Helvargar e Numerus Italorum che animeranno il giardino del Museo G. Zannato con dimostrazioni e duelli. Nel pomeriggio sono previste visite guidate alla mostra “Il Cavaliere Longobardo di Monticello di Fara” e alla sezione longobarda. La partecipazione è libera.

Nel piazzale davanti al Museo Zannato inoltre, la Piccola Osteria Itinerante proporrà cibi e bevande a tema longobardo.

«Diamo il via ufficiale ai festeggiamenti per questa importante ricorrenza. – commenta il sindaco di Montecchio Maggiore, Gianfranco Trapula – Il Museo Zannato si conferma come punto di riferimento per tutti coloro che hanno il desiderio di conoscere e apprezzare il nostro passato».

Il vicesindaco e assessore alla Cultura, Claudio Meggiolaro aggiunge: «Per la ricchezza dei suoi reperti il nostro museo si pone al centro dell’attenzione di studiosi e ricercatori a livello internazionale, e ha ormai assunto il ruolo di vero e proprio centro espositivo di riferimento per i materiali longobardi e di età longobarda dell’Ovest Vicentino».

locandinaSettimanaLongobarda
Allegato formato pdf
Scarica