RESTAURATO LO STEMMA DELLA SCUOLA MEDIA PASCOLI

Pubblicato il 30 luglio 2021 • Comunicati Stampa

Montecchio Maggiore 30 luglio 2021 – Domani sabato 31 luglio 2021 alle 9.30 nell'atrio della Casa delle Associazioni in via S. Pio X 2 a Montecchio Maggiore si terrà una breve cerimonia per la collocazione dello stemma storico della Scuola Media "Pascoli" alla presenza del sindaco Gianfranco Trapula, del vicesindaco Claudio Meggiolaro e del professor Giuseppe Galassini, ex insegnante ed ex consigliere comunale, cittadino benemerito che da sempre sostiene le iniziative culturali del Comune. 

“Un gesto simbolico per non perdere la memoria storica della prima scuola Media della nostra città e che ha servito tante generazioni”, spiega il sindaco Gianfranco Trapula. “Lo stemma era collocato all’entrata della Scuola Media Giovanni Pascoli dalla sua nascita nel 1962, – ricorda il vicesindaco Claudio Meggiolaro – è stato restaurato e verrà ricollocato proprio dove sorgeva un tempo la scuola, l’edificio che oggi ospita la Casa delle Associazioni, insieme ad una targa che riassume la storia della scuola media dell’obbligo a Montecchio Maggiore”.


TESTO DELLA TARGA:

A RICORDO DELLA SCUOLA MEDIA 
GIOVANNI PASCOLI 
E DEI DIRIGENTI, DOCENTI, OPERATORI


La Giunta Comunale con deliberazione del 7 maggio 1962 intitola la Scuola Media al poeta Giovanni Pascoli.La Legge n. 1859 del 31 dicembre 1962 abolisce la scuola di Avviamento al lavoro ed istituisce la Scuola Media unificata con classi miste. Il Decreto del Presidente della Repubblica del 19 dicembre 1964, su proposta del ministro per la Pubblica Istruzione, erige in Ente Morale la Scuola Media Statale “Giovanni Pascoli” di Montecchio Maggiore. Per molti anni scolastici, il Collegio dei docenti della Scuola Media Statale Giovanni Pascoli accoglie alunni disabili anche dalle Valli del Chiampo e dell'Agno. Agli incontri di classe, oltre ai docenti, sono presenti sia i genitori di alunni con situazioni particolari, sia il Distretto Socio Sanitario. Con la Legge n. 517 del 4 agosto 1977, si passa dalla Scuola tradizionale fatta dal singolo insegnante alla Scuola di tutti gli insegnanti e a misura di ciascun alunno; dai programmi ministeriali si passa alla Scuola che risponde ai bisogni del territorio e si basa sull’integrazione di tutti i ragazzi anche con innovative attività in laboratori ottimamente attrezzati. 


 Giuseppe Galassini,  cittadino onorario                        
 Gianfranco Trapula,  sindaco

Stemma restaurato
Allegato formato jpg
Scarica