Regione Veneto

Bonus Energia: Luce, Gas, Acqua

Ultima modifica 8 gennaio 2020

CHE COS'È IL BONUS SULLA BOLLETTA ELETTRICA?
È uno strumento introdotto dal Governo e reso operativo dall'Autorità per l'energia con la collaborazione dei Comuni , per garantire alle famiglie in condizione di disagio economico e alle famiglie numerose un risparmio sulla spesa per l'energia elettrica. Il bonus elettrico è previsto anche per i casi di disagio fisico, cioè per i casi in cui una grave malattia costringa all'utilizzo di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita.

CHI HA DIRITTO AL BONUS ELETTRICO
Possono accedere al bonus tutti i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura elettrica, per la sola abitazione di residenza, con potenza impegnata fino a 3 kW per un numero di familiari con la stessa residenza fino a 4, o fino a 4,5 Kw, per un numero di familiari con la stessa residenza superiore a 4, e:

  • appartenenti ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 7500 euro; 
  • appartenenti ad un nucleo familiare con più di 4 figli a carico e ISEE non superiore a 20.000 euro 
  • presso i quali viva un malato grave che debba usare macchine elettromedicali per il mantenimento in vita. 

COME RICHIEDERE IL BONUS ELETTRICO 

IN CASO DI RICHIESTA DI BONUS ELETTRICO PER DISAGIO ECONOMICO
Con la seguente documentazione :

  1. attestazione ISEE valida all'atto di richiesta;
  2. documento di identità valido;
  3. codice fiscale;
  4. ultima bolletta dell'energia elettrica (completa di tutti i fogli) da cui si possa ricavare il codice POD;
  5. eventuale delega in caso di domanda presentata da persona diversa dal titolare del contratto energia elettrica  
  6. autocertificazione in caso di famiglia numerosa 

IN CASO DI RICHIESTA DI BONUS ELETTRICO PER DISAGIO FISICO
Con la seguente documentazione:

  1. documento di identità valido;
  2. codice fiscale;
  3. ultima bolletta dell'energia elettrica (completa di tutti i fogli) da cui si possa ricavare il codice POD;
  4. fotocopia della certificazione ULSS che attesti la necessità di utilizzo di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita
  5. eventuale delega in caso di domanda presentata da persona diversa dal titolare del contratto energia elettrica  

Si precisa che il valore del bonus per disagio fisico è articolato su tre livelli ed è attribuito ad ogni cliente in base al numero di apparecchiature elettromedicali salvavita utilizzate e al tempo giornaliero di utilizzo. Per ottenere il bonus il cittadino deve presentare una richiesta  allegando la certificazione rilasciata dall'Azienda Sanitaria Locale. La certificazione di cui trattasi viene rilasciata, a domanda del paziente, dallo specialista di riferimento (es. pneumologo, nutrizionista, ecc.). Qualora il paziente utilizzi più apparecchiature elettromedicali, la domanda potrà essere rivolta ad uno dei seguenti Servizi:

  • Direzione Medica Ospedaliera - presso Ospedale di Arzignano Tel. n. 0444 479127 
  • Servizio Assistenza Protesica - Via Kennedy 2 - Tel. n. 0444 475704

La domanda può essere presentata in qualsiasi momento.
L'agevolazione sarà applicata direttamente in bolletta.

CHE COS'E' IL BONUS SULLA BOLLETTA DEL GAS?
E' una riduzione sulle bollette del gas riservata alle famiglie a basso reddito e numerose. Il bonus è stato introdotto dal Governo e reso operativo dall'Autorità per l'energia, con la collaborazione dei Comuni. Il bonus vale esclusivamente per il gas metano distribuito a rete (e non per il gas in bombola o per il GPL), per i consumi nell'abitazione di residenza.

CHI HA DIRITTO AL BONUS GAS
Il bonus può essere richiesto da tutti i clienti domestici che utilizzano gas naturale con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale, se in presenza di un indicatore ISEE 

  • non superiore a 7.500 euro
  • non superiore a 20.000 euro per le famiglie numerose (con più di 4 figli a carico).

COME RICHIEDERE IL BONUS GAS
Recarsi presso uno dei  CAAF convenzionati con il Comune di Montecchio Maggiore :

Con la seguente documentazione :

  1. attestazione ISEE valida all'atto di richiesta;
  2. documento di identità valido;
  3. ultima bolletta dell'energia elettrica da cui si possa ricavare il codice POD;
  4. ultima bolletta gas 

BONUS ACQUA

Il Bonus Sociale Idrico (o Bonus Acqua) è l'agevolazione finalizzata a ridurre la spesa per il servizio di acquedotto delle famiglie in condizioni di disagio economico e sociale. Introdotto dall’articolo 3, comma 1, del d.P.C.M. 13 ottobre 2016, in attuazione dell'articolo 60 della Legge 28 dicembre 2015 n. 221 (c.d. Collegato Ambientale), il bonus consente agli utenti domestici di non pagare il quantitativo ritenuto vitale per il soddisfacimento dei bisogni essenziali. Tale quantitativo minimo è fissato in 50 litri al giorno per singola persona (corrispondenti a 18,25 mc/abitante/anno).

Dal 1 luglio 2018 è possibile richiedere il bonus sociale idrico, la misura prevista dal dPCM 13 ottobre 2016, volta a ridurre la spesa per il servizio di acquedotto di famiglie in condizione di disagio economico e sociale, cioè i nuclei familiari:

  • con indicatore ISEE non superiore a 8.107,5 euro con meno di 4 figli a carico;
  • con indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro se con almeno 4 figli a carico.

COME RICHIEDERE IL BONUS ACQUA
Recarsi presso uno dei  CAAF convenzionati con il Comune di Montecchio Maggiore :

Per presentare la domanda, oltre al modulo compilato con i propri dati anagrafici e i riferimenti che identificano la fornitura, occorrono:

  • un documento di identità;
  • un'eventuale delega;
  • un'attestazione ISEE in corso di validità;
  • un'attestazione che contenga i dati di tutti i componenti del nucleo ISEE (nome-cognome e codice fiscale);
  • un'attestazione per il riconoscimento di famiglia numerosa (almeno 4 figli a carico), se l'ISEE è superiore a 8.107,5 euro (ma entro i 20.000 euro).

Le informazioni per identificare la fornitura sono reperibili in bolletta e sono:

  • il codice fornitura;
  • il nominativo del gestore idrico (il soggetto che gestisce il servizio di acquedotto e che emette la fattura).

Il modulo di richiesta permette di richiedere contemporaneamente anche il bonus elettrico e/o gas. Il bonus è riconosciuto per un periodo di 12 mesi a decorrere dalla data di inizio agevolazione riportata nella comunicazione di ammissione e in bolletta.